CODOGNO ZONA ROSSA: IL GIORNO DEL RINGRAZIAMENTO

A cura di Vittorio Bertoni, Coordinatore commissione immagine e pubbliche relazioni, Distretto 2050

Il Rotary Club Codogno ha organizzato, sabato 26 settembre presso il quartiere fieristico “G. Vezzulli”, un evento particolarmente sentito per dire grazie ai tanti operatori, sanitari, militari e volontari che, anche con il sacrificio della loro vita, hanno “dato una mano” alla popolazione per superare nel migliore dei modi l’emergenza da Covid-19.

Continua a leggere

Cosa avete programmato per World Polio Day?

Palazzo del Campidoglio a Roma illuminato col logo End Polio Now

A cura dello staff di Global Communications del Rotary International

La Giornata Mondiale della Polio è il 24 ottobre e quest’anno tutti quanti, Rotary, Rotaract, Interact club e distretti, e anche singoli individui, sono incoraggiati a organizzare un evento correlato alla lotta contro la polio. Dopo averlo pianificato, basta andare poi sul sito dedicato https://www.endpolio.org/it/register-your-event, per registrarlo e condividerlo.

Continua a leggere

Porto Antico di Genova sempre più “Plastic Free”

Plastic-Free

Grazie al nostro service il potenziale di raccolta dei rifiuti nello specchio acqueo del Porto Antico di Genova raggiunge la tonnellata e mezza l’anno.

A cura di Silvia Dalmati, Immediate Past President del Rotaract Club Genova Nord-Nord Ovest, Membro della Commissione Immagine Pubblica del Rotary Club Genova Nord, Distretto 2032, Italia

Genova, 9 settembre 2020

Oggi abbiamo consegnato al Porto Antico il nostro seabin (letteralmente bidone del mare), il cestino elettrico che, attraverso un sistema di pulizia meccanica unito ad una pompa aspirante, cattura tutti i rifiuti plastici presenti nell’acqua, comprese microfibre e microplastiche.

Continua a leggere

L’evento Rotaract Wine and Art dimostra che la raccolta fondi può essere divertente, virtualmente

Evento virtuale Wine, Art & Rotaract

A cura di Tasmain Warren, Rotaract Club di Manhattan New York City, New York, USA

All’inizio della pandemia COVID-19, il nostro Rotaract club ha riconosciuto la necessità di rimanere più che mai in contatto. Siamo passati ad una piattaforma online e abbiamo iniziato a fare brainstorming per combattere le sensazioni di isolamento che si stavano accumulando a causa del distanziamento sociale. È stato allora che abbiamo deciso di organizzare un evento di raccolta fondi virtuale su arte e vino.

Continua a leggere

Organizzare una cerimonia virtuale di passaggio delle consegne

A cura di Stephen Sennett, segretario di club eletto, Rotary E-Club di Melbourne, Australia

Siamo quasi alla fine dell’anno rotariano e i club cominciano a pensare alla loro tradizionale cerimonia di passaggio delle consegne. Come per molte altre cose nel mondo dopo la pandemia di COVID-19, organizzare le cerimonie di persona non è possibile. I club si stanno chiedendo se rimandare o cancellare le cerimonie. Invece io vorrei porre un’altra domanda: perché non adattarsi e organizzare una cerimonia virtuale?

Continua a leggere

La scienza della resilienza per rafforzare i Rotary club durante il COVID-19

Jenny Stotts

A cura di Jenny Stotts, Presidente della commissione Effettivo del Distretto 6690

La resilienza è il processo di adattamento di fronte alle avversità. Quando viviamo un evento traumatico o stressante, il nostro cervello attiva una serie di percorsi per proteggerci. Questi processi biologici contribuiscono a tenerci al sicuro. È nel superamento di questi eventi che cresciamo, cambiamo e diventiamo più forti.

Continua a leggere

Connettere con i propri cari grazie al Rotary durante la pandemia

2020-04-08-Melegnano_d

A cura di Cristina Berretta (Team Comunicazione del progetto RotaryConnette) e Massimiliano Tedeschi (Responsabile del progetto RotaryConnette), Rotary Club Milano Europa.

Marzo 2020.

Milano e la Lombardia sono le zone più colpite dalla pandemia del Covid-19. La città è chiusa, quasi nessuno per strada ma gli ospedali sono al collasso per il numero dei ricoverati. Uno degli ospedali più importanti della città e il San Carlo Borromeo. Lì lavora la dottoressa Francesca Cortellaro, primario Uoc del Pronto Soccorso. Ogni giorno in prima linea.

Continua a leggere

Fatti dare una mano dagli e-club per riunirvi online durante la pandemia

e-clubs-using-zoom

A cura di Diana White, tesoriere di club e past governatore del Distretto Rotary 7020

Durante i primi giorni dell’epidemia di coronavirus, il presidente di club Brent Leerdam e i soci dell’E-Club of the Caribbean, hanno fornito il supporto immediato alla famiglia dei Rotary club del nostro intero distretto. L’e-club ha programmato le riunioni per gli altri club con il suo account Zoom fino a quando gli altri club non si sono organizzati per conto loro. L’obiettivo era di accertarsi che non ci fossero perdite di tempo nel mantenere le routine settimanali di fellowship dei club. Un altro obiettivo era di dare i mezzi ai club per creare immediatamente dei piani d’azione per sostenere la loro comunità, tutto nell’ambito di un ambiente sicuro online. Continua a leggere

Come tenere coinvolti i soci durante la pandemia di coronavirus

Tenere i soci coinvolti attraverso le piattaforme delle riunioni virtuali.

A cura di George Robertson-Burnett,  Coordinatore Rotary Zona 34 e past governatore del Distretto 6890

Questi tempi in cui viviamo sono certamente tempi interessanti. Nessuno di noi avrebbe potuto prevedere queste circostanze straordinarie causate dalla pandemia di COVID-19, dovuta al nuovo coronavirus. I Rotary club di tutto il mondo si stanno ponendo la stessa domanda: come tenere coinvolti i soci durante la pandemia.

Continua a leggere

Perché Toastmasters è un beneficio per i Rotary club

Toastmasters meeting

Soci del Rotary Club di Portland Rotary a una riunione di Toastmasters.

Terry Beard

Terry Beard

a cura di Terry Beard, Rotary Club di Portland, Oregon, USA

Avrete forse sentito dire che la maggior parte della gente preferirebbe morire piuttosto che tenere un discorso. Parlare in pubblico, per molte persone, è la paura numero uno.

Per 49 anni, anch’io ho avuto paura di parlare in pubblico. Era tremendo: mi ritrovavo in un bagno di sudore, uscivo dalla sala, trovavo delle scuse o chiedevo a qualcun altro di alzarsi a parlare al mio posto. Qualunque cosa, pur di non dover parlare in pubblico. Un paio di brutte esperienze iniziali avevano fatto crescere in me questa paura; ma poi mi sono dato l’obiettivo di superarla. Quindici anni fa, quando avevo cinquant’anni, un mio buon amico mi ha fatto conoscere Toastmasters, e da allora faccio parte dell’associazione.

Continua a leggere