Mostra il tuo supporto all’eradicazione della polio

La Giornata Mondiale della Polio è il 24 ottobre, e noi invitiamo tutti i club Rotary e Rotaract a mostrare il loro supporto registrando la loro partecipazione su endpolio.org/it. Cosa state aspettando?

L’eradicazione della polio è l’obiettivo principale del Rotary da oltre 30 anni, quindi è importante mostrare il proprio supporto, ed è facile.

Desideriamo mostrare che i soci del Rotary hanno ancora a cuore l’eradicazione della polio, una promessa che abbiamo fatto molto tempo fa ai bambini del mondo. Che si tratti di ospitare un evento o una raccolta fondi, di sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza dell’immunizzazione contro la polio sui social media, o di fare una semplice presentazione durante una riunione, è importante mostrare che stiamo facendo la differenza. Ciò che conta è aumentare la consapevolezza per una causa che è importante per tutti i Rotariani e gli amici della nostra organizzazione. E non occorre aspettare fino al 24 ottobre per mostrare la vostra partecipazione su endpolio.org. Fatelo oggi stesso.

Continua a leggere

Ognuno di noi ne può portare Uno

Nota dell’Editore:  L’effettivo è la linfa vitale del Rotary. I sondaggi hanno confermato che i soci si iscrivono perché vogliono connettersi con altre persone e agire per creare cambiamenti duraturi. Per il Mese dell’effettivo ad agosto, abbiamo chiesto a diversi esperti di parlare di come raggiungere i potenziali soci, mantenere i soci esistenti impegnati e creare un ambiente che permetta ai nuovi club di formarsi e prosperare. Questo è il primo di questa serie

Elizabeth Usovicz

A cura di Elizabeth Usovicz, Consigliere del Rotary International, Zone 30 e 31

Le connessioni del Rotary sono potenti, sia per i soci attuali che per quelli futuri. Dopo 16 mesi di isolamento, affari online e riunioni virtuali del Rotary, di recente ho incontrato una cliente di lunga data a pranzo. Il ristorante che abbiamo scelto era tranquillo quel giorno, e l’area in cui pranzare era vuota, tranne un tavolo.  

I nostri vicini erano due giovani uomini di razze diverse. Sembravano parlare di affari mentre io e la mia cliente eravamo sedute al tavolo vicino. Non abbiamo badato alla loro conversazione più di tanto fino a quando le nostre orecchie si sono drizzate come quelle di un terrier iper-allertato dopo aver sentito uno di loro dire: “Rotary”.” 

Continua a leggere

Sacchetti alimentari colmano la lacuna causata dalla pandemia

distributing food bags
Soci del Rotary Club di Roatan, Bay Islands, Honduras, controllano i nomi da una lista mentre distribuiscono sacchetti alimentari sull’isola di St. Helene.

a cura di Roger Bjoroy-Karlsen, Rotary Club di Roatan, Bay Islands, Honduras

Sono su una piccola barca carica di sacchetti alimentari diretta agli abitanti di St. Helene, una piccola isola lunga circa due miglia e larga un miglio, separata da un canale dall’isola di Roatan. Roatan è la più grande delle Isole della Baia situata al largo della costa settentrionale dell’Honduras.

Mentre le onde colpiscono la nostra barca, i miei pensieri vagano alle circa 1.000 persone in 218 famiglie che hanno bisogno del cibo che stiamo consegnando. Molti dei quali non hanno reddito perché hanno perso il lavoro a causa della pandemia di COVID-19. St. Helene non ha strade e infrastrutture. La sua gente discende dagli schiavi africani portati dagli inglesi in Giamaica e nelle isole Cayman, che poi sono emigrati a Roatan dopo aver ottenuto la libertà negli anni attorno al 1830.

Continua a leggere

7 consigli per far crescere l’effettivo

I soci del Rotary Club di Collierville con il premio No-Profit dell’Anno ricevuto dalla Camera di Commercio per i loro progetti di service nella comunità.

a cura di Dave Rhylander, presidente del Rotary Club di Collierville, Tennessee, USA

È possibile far crescere il vostro club durante una pandemia? Noi abbiamo scoperto che la risposta è decisamente sì. Nonostante tutte le sfide che il COVID-19 ha presentato ai Rotary club e al mondo intero, in realtà, ci sono modi per entusiasmare i soci, impegnarsi nel servizio e, attraverso la creatività, attrarre persone interessate ad unirsi a noi come individui pronti ad agire.

Continua a leggere

Rifugiati venezuelani trovano aiuto e pasti

Food distribution to refugees at Alberque Douglas center
I volontari del centro di distribuzione Albergue Douglas forniscono cibo alla gente di Pamplona, Colombia, nell’inverno del 2021.

a cura di Cristal Montañéz Baylor, International Coordinator for Hope for Venezuelan Refugees e socia del Rotary E-club di Houston, Texas, USA

È immensamente gratificante vedere i bambini, in piena crisi, sorridere di nuovo durante un pasto condiviso. Il tuo cuore si emoziona quando senti che la tensione dei loro genitori si allenta e vedi espressioni di speranza irradiarsi sui loro volti.

L’articolo 25 della Dichiarazione universale dei diritti umani stabilisce l’accesso al cibo come un diritto umano fondamentale. E l’accesso al cibo continua ad essere un punto focale della crisi umanitaria venezuelana.

Siamo nella quinta fase del progetto Hope for Venezuelan Refugees che sta fornendo “pasti caldi in brodo” ai rifugiati venezuelani, ai migranti e ai camminatori (conosciuti anche come “caminantes”) sulla rotta umanitaria Cúcuta-Pamplona.

Continua a leggere

Supporto dei professionisti Rotariani alla campagna di vaccinazione anti Covid-19

Firma dell'accordo per il progetto con le autorità.
Firma della convenzione con le autorità sanitarie per lo svolgimento del volontariato dei club Rotary della Calabria.

a cura di Lucia Baroni Marino (RC Paola MTC)

Il 13 novembre 2020, quando il vaccino anti Covid-19 non era ancora una realtà, con grande lungimiranza, viene proposta la costituzione di un gruppo di medici volontari Rotariani in modo da essere preparati ad affrontare la futura campagna vaccinale anti Covid-19.

Il PDG “Ciccio” Socievole, ricordando la notevole esperienza in tema di vaccinazioni maturata dai Rotariani in 32 anni di impegno per l’eradicazione della poliomielite a livello mondiale, propone la sua iniziativa con queste parole: “Sono certo che la speranza per un ritorno alla normalità è legata alla scoperta ed all’impiego del vaccino, perciò dobbiamo prepararci a collaborare con il Servizio Sanitario Nazionale ad una imminente campagna vaccinale. La costituzione di una task force di professionisti Rotariani volontari andrà a costituire il DONO DEL ROTARY CONTRO IL COVID-19. Ciò permetterà, fra l’altro, ai medici del SSN di tornare al proprio servizio in parte tralasciato durante le fasi di emergenza”.

Continua a leggere

Il Rotary e MBBI costruiscono comunità resilienti

Ian Lancaster, del Distretto 7070 del Rotary, che partecipa al Congresso internazionale sulla pace “Mediatori oltre i confini” a Bali, Indonesia.

a cura di Veronica Jacob, Director of Innovation and Impact, Mediators Beyond Borders International

In questi tempi senza precedenti, stiamo tutti vivendo momenti di panico, paura, carenze e incertezza, e il conflitto sembra inevitabile. Ma il conflitto non è intrinsecamente cattivo; è semplicemente un’espressione della nostra diversità – diversi bisogni, prospettive e possibilità. Il conflitto è naturale, la violenza no. E con le giuste competenze, il conflitto può essere trasformato in una fonte positiva di creatività, collaborazione, risoluzione creativa dei problemi e progresso senza precedenti.

Come partner di servizio ufficiale del Rotary, Mediators Beyond Borders International (MBBI) è dotato di una squadra internazionale di professionisti con l’esperienza tecnica per dotare le comunità locali di competenze critiche per la trasformazione dei conflitti, in tutto il mondo. Il Rotary ha già sperimentato il potere della partnership nell’organizzazione delle vaccinazioni antipolio con organizzazioni partner locali e globali; allo stesso modo, il Rotary può ridurre i conflitti violenti a livello globale collaborando con MBBI.

Continua a leggere

Service per pulire la panchina più lunga del mondo

A cura di Olderico Caviglia, DISC del Distretto 2041

Sabato 5 giugno, dalle ore 15:00 alle ore 18.00, si è svolto un grande progetto di riqualificazione al Parco del Portello (Parco Industria Alfa Romeo) a Milano. Un contributo spontaneo che i giovani di numerosi Club Rotaract di Milano del Distretto 2041 hanno portato a questo ambito territoriale. Oltre 90 volontari del Rotaract milanese, finanziatori dell’intero progetto, coordinati da Fabiola Minoletti del Coordinamento dei Comitati Milanesi si sono uniti per pulire la panchina più lunga del mondo di 208 metri di lunghezza, composta da 1800 stecche e con 500 gambe di metallo.

Continua a leggere

Perché il DEI è la “cosa giusta” per il Rotary

Nota del direttore: A settembre 2020, il Rotary ha formato una task force DEI incaricata di valutare lo stato attuale di diversità, equità e inclusione al Rotary e a dare forma a un completo piano d’azione per aiutarci a valorizzare ulteriormente e vivere i principi del DEI in tutta l’organizzazione. Questo è il primo di una serie di post sul blog, in cui si chiede ai membri della task force del loro lavoro di gruppo e perché è fondamentale che la diversità, l’equità e l’inclusione siano radicate in tutto ciò che facciamo come organizzazione.

Continua a leggere

Modi facili e divertenti per mandare avanti un nuovo club

a cura di Tom Gump, governatore del Distretto Rotary 5950, socio del Rotary Club di Edina/Morningside, Minnesota, USA

Il mio distretto ha diversi club nuovi e dinamici. Sono tutti fiorenti. Non solo perché si sono formati, ma anche perché continuano a crescere. 

La maggior parte dei soci fondatori, circa l’88%, sono nuovi al Rotary. Quindi, abbiamo bisogno di nutrire questi nuovi club, perché non tutti conoscono lo stile del Rotary. Come possiamo farlo nel modo più efficace? È semplice: diamo loro una causa, restiamo flessibili, aggiungiamo la diversità e ci divertiamo!

Continua a leggere