L’impatto che facciamo nell’Etiopia rurale

A cura di Samson Tesfaye Woldetensaie, past assistente governatore uscente del Distretto 9212, Addis Abeba, Etiopia

Nel mio club, il Rotary Club di Addis Abeba Central-Mella, stiamo lavorando ad un progetto idrico per sviluppare e costruire pozzi in 24 comunità rurali dell’Etiopia meridionale. Le prove e i dati che abbiamo raccolto ci hanno aiutato a identificare i bisogni della comunità e ci hanno aiutato a determinare il modo migliore per affrontarli.

Questo progetto mira a migliorare la qualità della vita dei residenti che non hanno accesso all’acqua pulita e la routine quotidiana quando l’acqua pulita è vicina e accessibile. Queste comunità devono spesso percorrere lunghe distanze a piedi per raggiungere una fonte d’acqua che spesso è sporca e porta malattie trasmesse dall’acqua.

Procedura per la valutazione dei bisogni

Qualsiasi progetto del Rotary inizia conducendo una valutazione che affronta le lacune e i bisogni di una determinata comunità. Spesso veniamo a conoscenza dei bisogni di una particolare comunità dalle organizzazioni non governative locali (ONG) che operano in quella zona, dagli uffici governativi regionali o dalla comunità stessa.

Per il nostro attuale progetto – al quale abbiamo collaborato con il Rotary Club di Northwest Austin e altri partner locali e internazionali – abbiamo appreso i bisogni della comunità da una ONG locale. Abbiamo visitato la zona per imparare, vedere e parlare con la comunità e le parti interessate. Abbiamo sperimentato in prima persona come le donne e i bambini passano circa 3 ore al giorno a raccogliere l’acqua. Per questi bambini, il tempo che passano a raccogliere l’acqua potrebbe altrimenti essere utilizzato per frequentare la scuola e le attività extrascolastiche o per fare le faccende domestiche.

I residenti nell’area del progetto condividono il problema della maggior parte dell’Etiopia rurale: la mancanza di accesso all’acqua pulita. I residenti spesso non hanno la conoscenza e le pratiche per una buona igiene e sanificazione. Questo aumenta le malattie trasmesse dall’acqua come problemi di stomaco, diarrea e febbre tifoidea. I residenti non hanno accesso a servizi di assistenza sanitaria nelle vicinanze, quindi viaggiano per lunghe distanze per accedere a strutture dove il costo delle cure mediche è costoso.

Questi sono tutti punti cruciali per capire i problemi di quella zona.

Raccolta dei dati

Per raccogliere dati, prima osserviamo. Vediamo il punto d’acqua, per esempio, e vediamo come raccolgono l’acqua, e poi camminiamo con loro per vedere quanto tempo ci mettono. A volte proviamo a portare l’acqua, anche se è molto pesante. L’altro modo significativo è attraverso le interviste. Ci chiediamo: chi sono i promotori e gli agitatori della comunità? Di solito sono le donne perché sono quelle che raccolgono l’acqua.

Facciamo interviste selettive da diverse prospettive. Chiediamo chi è il più influente, il più popolare o il capo dell’amministrazione. Cerchiamo di chiedere dai diversi segmenti della comunità. Usiamo il formato fornito dal Rotary International per i nostri strumenti di valutazione. Risponde alla maggior parte delle nostre domande, ma a volte abbiamo bisogno di modificarlo.

Condividiamo le nostre esperienze con diversi partner e stakeholder. Per esempio, lavorare con una ONG locale o internazionale che si occupa di acqua ci aiuta a realizzare un piano di successo. Queste ONG hanno la loro esperienza e le loro capacità. Noi osserviamo e ci assicuriamo che tutto sia fatto correttamente. Tuttavia, ottenere delle competenze è essenziale.

Condividiamo regolarmente la nostra esperienza sui diversi progetti idrici che abbiamo fatto con altri Rotary club in Etiopia. Alcuni ci hanno contattato per imparare i passi per realizzare un progetto di successo.

Valutare l’impatto attraverso le prove

In un’altra parte dell’Etiopia, abbiamo finito un progetto idrico due anni fa.

Un paio di mesi dopo, abbiamo visto il pozzo d’acqua; funzionava ed era usato dalla comunità. Abbiamo parlato con i bambini e ci hanno detto che non perdono la scuola perché l’acqua è facilmente disponibile e non’ devono aspettare molto tempo per averla. Quando abbiamo parlato con l’operatrice sanitaria di quella regione, lei aveva detto che qualcuno si sarebbe ammalato in quella zona ogni due giorni. Ma ora non ha sentito parlare di nessuno che si sia ammalato di malattie trasmesse dall’acqua.

Questo è l’impatto che abbiamo avuto sulla comunità. L’ho visto con i miei occhi. Abbiamo visto il rubinetto e l’acqua pulita e l’abbiamo bevuta anche noi. E vedere l’impatto che facciamo è ciò che fa valere tutto lo sforzo. È ciò che è il Rotary, ed è il motivo per cui siamo individui pronti ad agire.

Per saperne di più sull’importanza dell’impatto e su come costruire le pratiche, le infrastrutture e le capacità necessarie per definire, misurare, tracciare e analizzare i dati dei nostri progetti di servizio, scarica i fogli illustrativi sul Piano d’azione.

L’autore: Samson Tesfaye Woldetensaie è un manager con oltre 20 anni di esperienza in comunicazione, organizzazione di eventi e coordinamento di progetti. Ha lavorato in organizzazioni private e internazionali, le Nazioni Unite ed era proprietario di un’azienda. Ora è un consulente presso il Gruppo della Banca Mondiale. Samson è entrato nel Rotary come Rotaractiano nel 2002 ed è diventato presidente fondatore del Rotary Club di Addis Abeba Central-Mella nel 2008. Già assistente del governatore, a luglio 2015 è stato nominato rappresentante del Rotary International presso l’Unione Africana e la Commissione economica per l’Africa delle Nazioni Unite.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...